bidet sì, bidet no?


battaglia persa... se voglio il bagno nuovo, devo rinunciare al bidet (l'architetto deve rubare il posto per costruirci la sua doccia).

ora, non ho certo la presunzione di pensare che questo sia un argomento di interesse generale, se non fosse per una curiosità storica sollevata dalla questione. perché gli inglesi odiano la pratica vaschetta e la ritengono persino un'indecente "sconvenienza continentale" mentre i francesi (e con essi molti altri europei) ne sono felici utenti fin dal diciottesimo secolo e ritengono chi non lo usa poco più che un barbaro sporcaccione?

la risposta? ecchenesò. provate a documentarvi e scoprirete che gli inglesi lo considerano un accessorio superfluo, un vezzo poco pratico e ancor meno economico. insomma, un fatto culturale che rientra nella categoria "ci piace fare le cose diversamente dagli altri": 2 rubinetti invece che 1, guida a sinistra, pomodori e funghi a colazione, latte nella tazza prima di versare il tè.

la questione è irrisolta.

sia ben chiaro, gli inglesi li adoro, però al mio bidet sono affezionata e mi mancherà.

1 commento:

andi ha detto...

a parte che non so se sono riuscito a creare un account...sono dispiaciuto per il bidet, di all'architetto che è un po'rompi e di farsi la doccia in cantina con la canna dell'acqua!
bella questa cosa del blog, sono così informato che non sapevo nemmeno esistesse.
ciao baci andi